Un luogo creato da Dio, un mistero profondo"

Il lungo cammino dal movimento giovanile alla parrocchia rinnovata.
La Comunità Cattolica d'Integrazione ha festeggiato 50 in cammino"

di Guido Horst
Dal giornale cattolico Tagespost" n. 126 di giovedi, 21 ottobre 1999
FRASCATI. Chi vuole festeggiare una festa con la Comunità Cattolica dIntegrazione deve prendersi un po di tempo - così come sta scritto nella Bibbia:«Vieni e vedi». Ciò è stato toccato con mano anche dalle molte centinaia di persone che hanno festeggiato pochi giorni fa, radunati in quel di Frascati in Italia.
"Comunità Cattolica dIntegrazione. 50 anni in cammino" oppure "Il lungo cammino dal movimento giovanile alla parrocchia rinnovata" sono stati i motivi della festa.
Agli inizi del cammino di un piccolo gruppo di giovani cattolici che si erano avviati verso un futuro ancora incerto, lasciandosi alle spalle le rovine materiali e spirituali della Germania hitleriana, cera Traudl Wallbrecher la quale, secondo gli statuti approvati dalla Chiesa, presiede i teams di tutte le Comunità Cattoliche dIntegrazione.
Chi accetta un invito della Comunità non prende parte ad uno dei soliti "fine settimana cattolici" con il te pomeridiano e spettacoli meditativi, ma incontra gente che si accosta in maniera insolitamente profonda alle radici della fede, in una nuova comprensione di ciò che erano le comunità dei cristiani nel periodo apostolico.



Villa Cavalletti, ai piedi di Colli Albani
Il fascino dell'invito

I Colli Albani vicino Roma, immersi in una bellissima giornata dottobre. Alla periferia di Frascati si trova Villa Cavalletti, un tempo residenza estiva dei Gesuiti e da pochi anni proprietà della Comunità dIntegrazione.
Qui si sono radunati insieme ospiti e membri della Comunità per la festa. Il Vescovo Giuseppe Matarrese di Frascati, nel cui duomo è stata celebrata la messa festiva, ha colto loccasione di rivolgere il saluto di benvenuto alla variegata assemblea, perché non capita così spesso che una cattedrale si riempia di tante persone provenienti dalle nazioni più diverse: non solo dallItalia e dalla Germania, ma anche dallUngheria, dallAustria, dalla Tanzania, dagli Stati Uniti e da Israele; è in queste terre che si delineano i campi di azione della Comunità dIntegrazione. Ma di questo parlerò più tardi.



Il giardino di Villa Cavalletti durante la festa
Il Cardinale Joseph Ratzinger ha presieduto la santa Messa concelebrata dal Vescovo di Frascati, dallArcivescovo Johannes Joachim Degenhardt, dal
Vescovo Christopher Mwoleka di Rulenge/Tanzania e dal Vescovo ausiliare di Bari in Italia Mons. Luciano Bux, insieme a sacerdoti e popolo.
Mons. Degenhardt, quando era ancora un giovane teologo, nel 1949 era stato testimone alle nozze di Traudl Weiß e dellavvocato Herbert Wallbrecher di Hagen in Westfalia, in ricordo del quale è stata celebrata la S. Messa. Fino alla sua morte nellanno 1997, Herbert Wallbrecher ha sostanzialmente reso possibile il fatto che la Comunità si potesse sviluppare in modo libero allinterno della Chiesa, indipendentemente da qualsiasi tipo di aiuto economico proveniente dalle tasse per la Chiesa stessa. Il coro della Comunità dIntegrazione, diretto da Peter Schneider, allinizio della Messa ha cantato il Locus iste di Anton Bruckner: «Questo è il luogo creato da Dio, un mistero inestimabile e profondo».
Nella sua omelia, prendendo lo spunto dal vangelo riguardante il rifiuto all invito del Re, il Cardinal Ratzinger ha detto: «Il Re vuole festeggiare le nozze e ci invita, ci attira verso di esse. Al primo di voi, cinquantanni fa, è esploso nel cuore il fascino di questo invito e con questo una scintilla di gioia; una scintilla di speranza, che è diventata incarico e che vi ha portato sul cammino di questa festa di Dio. Da questo è cresciuta la Comunità dIntegrazione, che non vuole e non deve essere nientaltro che una comunità in cammino nellambito della comunità della Chiesa in cammino, verso il Regno di Dio, alle nozze del Figlio».



Monsignor Matarrese, il Cardinale Joseph Ratzinger
e Monsignor Johannes-Joachim Degenhardt
durante il ricevimento a Villa Cavalletti
Continua al inizio della pagina